Blog e News

Ritenzione idrica? Combattila con la Carbossiterapia

Carbossiterapia e Pressoterapia per dire addio alla ritenzione idrica

Quello della ritenzione idrica è un fenomeno che colpisce soprattutto le donne.

Tra le cause: familiarità, squilibri ormonali e uno stile di vita sedentario e non da ultime le gravidanze.

Tutti fattori che incidono sulla funzionalità del circolo sanguigno e del ritorno venoso degli arti inferiori: il sangue incontra difficoltà nello scorrere per motivi di compressione derivanti dalla presenza di liquidi che ristagnano negli interstizi con la conseguenza che dilatano i vasi sanguigni.

Le caviglie si gonfiano e si percepisce un senso di pesantezza a tutto l’arto inferiore.

RITENZIONE IDRICA

Perché la carbossiterapia:

La soluzione più in voga e maggiormente diffusa in medicina estetica è la carbossiterapia: un trattamento che impiega l’anidride carbonica per combattere la ritenzione idrica.

Questa tecnica si fonda sull’inoculazione, a livello sottocutaneo, di anidride carbonica a scopo terapeutico.

Tecnicamente agisce sulla circolazione e dilata i vasi sanguigni incrementando la velocità e l’ossigenazione del flusso, agevolando l’apertura dei capillari compressi dalla ritenzione idrica e, soprattutto, dal grasso.

Raccomandata anche per trattare le adiposità localizzate ed eliminare la cellulite. La sostanza iniettata è naturale, atossica e per niente pericolosa ed attiva un’azione lipolitica, sia diretta che indiretta e permette una vasodilatazione che ridona luminosità, freschezza e tonicità alla pelle.

La carbossiterapia a base di CO2 è efficace per tutti i problemi legati alla cattiva circolazione ed è uno dei migliori trattamenti che offre la medicina estetica e se associata alla pressoterapia medicale i risultati sono garantiti e straordinariamente sorprendenti.

Prenota la Visita Medico Estetica Gratuita

RESPONSABILE DOTTORESSA ELEONORA TATI

Specialista in Chirurgia Plastica
Medicina Estetica
Laserterapia Dermatologica ed Estetica

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn