Blog e News

Cheratosi attinica: come evitare il carcinoma

Cause e conseguenze della cheratosi attinica

La cheratosi attinica è una lesione precancerosa della pelle. Appare sotto forma placca eritematosa soprattutto dopo i 40 anni ed è causata da un’esposizione alla luce solare eccessivamente prolungata. Le lesioni dovute alla cheratosi attinica si manifestano ricoperte di squame o di croste ruvide al tatto. Si presentano specialmente su persone di età adulta, con pelle e occhi chiari e calve.

Denominata anche cheratosi solare o cheratosi senile è una malattia della pelle che si sviluppa in aree di cute cronicamente esposte al sole, come volto, cuoio capelluto, decolleté, ma anche braccia e dorso delle mani. Secondo le stime il 26% delle cheratosi attiniche regredisce spontaneamente, mentre circa il 60% può evolvere in carcinomi cutanei squamo-cellulari.

 

Carcinoma

Perché affidarsi a uno specialista?

È stato dimostrato che i raggi ultravioletti di tipo B e A sono responsabili di molteplici danni sia sull’epidermide sia sul derma. Si tratta del fotodanneggiamento.

I raggi UVB sono la principale causa delle scottature solari e causano danni che possono portare perfino a mutazioni nel DNA.
Anche i raggi UVA provocano danni indiretti al DNA e sono responsabili del fotoinvecchiamento.

In generale, dopo esposizioni ai raggi UV prolungate o ripetute nel tempo, su tutte le aree esposte si manifestano rughe diffuse, perdita di elasticità, macchie e teleangectasie.

La cute cronicamente esposta al sole e che presenta segni di fotoinvecchiamento è predisposta all’insorgenza di cheratosi attinica e di tumori della pelle, come il carcinoma basocellulare, il carcinoma spinocellulare e il melanoma.

NON RISCHIARE.  

Prenota la Visita Medico Estetica Gratuita

RESPONSABILE DOTTORESSA ELEONORA TATI

Specialista in Chirurgia Plastica
Medicina Estetica
Laserterapia Dermatologica ed Estetica

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn